Sei qui: GuardaQua.it » Scrivere come piace a Google

Ciao, e benvenuto!
Qui dentro troverai di volta in volta link attinenti alle pagine che stai visitando, se sono disponibili.

Buona navigazione!
07 Nov, 2005 @ 17:21 Scrivere come piace a Google (Search Engines)

Inauguro questa nuova categoria, dopo una lunga assenza, con un articoletto su come scrivere le pagine web in modo da renderle competitive sui motori di ricerca.
Questi consigli ovviamente non si applicano solo a Google, ma a tutti i motori. I professionisti del settore sicuramente li conoscono già ma penso che saranno molto utili ai principianti.



i TESTI e le PAGINE

Cominciamo col dire che i crawler (i robot dei motori che ci leggono le pagine) sono ghiotti di TESTI, prima ancora che di Keywords. Per cui, la prima cosa che dovete fare è scrivere dei buoni testi, possibilmente lunghi, ma scritti BENE e preferibilmente ORIGINALI. Per adesso non pensate a come posizionare le keyword, ma scrivete tenendo presente I VOSTRI UTENTI.
Quello che i motori cercano di fare quando vi forniscono una SERP (Search Engine Results Page) è darvi delle INFORMAZIONI collegate all'argomento della vostra ricerca. Come potete aiutarli, voi? Semplice: scrivendo cose che possano INTERESSARE L'UTENTE che cerca l'informazione.
Questa è una strategia SEMPRE VINCENTE.
Vi dò un link a una pagina che ben presenta alcuni consigli da tener presente quando si scrive per il web.

Quando trattate un argomento, cercate di approfondirlo il più possibile, e soprattutto NON MISCHIATE GLI ARGOMENTI: in una pagina che parla della Divina Commedia, parlerete quindi il più possibile dei vari Canti, se volete parlar di Dante, create una pagina apposta per Dante. Potreste anche voler scrivere una pagina per ogni Canto, se ne trattate parecchi.

Un'altra cosa importante (che è conseguenza logica del concetto di ricerca delle informazioni, se ci pensate) è collegare, con un link, le varie pagine che parlano di tematiche comuni. Per cui, all'inizio o alla fine del vostro articolo sulla Divina Commedia, inserirete un link che parla alla pagina di Dante (link alla pagina a tema). Questo creerà una rete di link su uno stesso tema, ovvero avrete delle pagine fortemente TEMATIZZATE. Quello che fate con questa operazione nel vostro sito, lo fanno i motori di ricerca su scala più ampia: ovvero raccolgono i link da vari siti su uno stesso tema. Perciò, non abbiate timore nel linkare spontaneamente siti e pagine che parlano dei temi che affrontate nelle vostre pagine.

OTTIMIZZAZIONE DEL CODICE

Prima che del codice, preoccupatevi del NOME delle pagine! Rimanendo in tema Dantesco, secondo voi quale tra questi due percorsi identifica maggiormente l'argomento della pagina:
www.sito.it/divina_inf_17.htm
www.sito.tld/testi/divcom/D-inf-17.htm
www.sito.tld/dante_alighieri/Divina_Commedia/Inferno/Canto-17.htm
Se doveste cercare qualcosa sul Canto 17 dell'inferno, e questi fossero i risultati della vostra ricerca, quale scegliereste?
Ricordate, nel dare i nomi alle pagine, siate DESCRITTIVI.

E ora occupiamoci del CODICE HTML delle pagine.
Il tag più importante di una pagina, è il TITLE. Non sprecate il TITOLO per mettere in tutte le pagine solo il nome del sito, sfruttate questo tag in modo efficace! All'interno del tag <title></title>, scrivete il titolo della vostra pagina: dev'essere un titolo che descriva l'argomento trattato, un titolo scritto tenendo presente questo accorgimento probabilmente conterrà delle KEYWORDS o una KEYPHRASE relativa all'argomento, facilitandovi la scalata alla SERP.

Evidenziamo le parole chiave.
Dividere un testo concettualmente in paragrafi è una cosa che già sappiamo fare, l'abbiamo imparato scrivendo i temi a scuola. La nostra professoressa leggeva TUTTO il tema, ma l'utente che visita il nostro sito potrebbe non avere tutta questa pazienza. AIUTIAMOLO, evidenziando per lui i passi più importanti del nostro testo.
Cominciamo a dare un titolo all'articolo: il tag più appropriato è <h1>Titolo articolo</h1>, che inseriremo prima di scrivere qualsiasi cosa. Poi, se il testo contiene più paragrafi, potremmo usare per titolarli i tag <H2>, <H3>, che diminuiscono gerarchicamente d'importanza giù giù fino a <H7>.

Nel testo poi ci saranno delle parole o frasi sulle quali potremmo desiderare di porre enfasi, i tag per farlo sono <strong> e <B> per il grassetto, e <em> per il corsivo. Un uso sapiente dei tag di enfasi aiuterà il lettore a scorrere più facilmente l'articolo, e i motori di ricerca a trovare le keyword nel testo.

Mi fermo qui perchè penso che tanto basti, almeno per cominciare.

P.S. Dimenticavo: se riusciste a scrivere codice HTML compatibile con lo standard del W3C (il link è a "w3schools"), fareste certamente un favore ai crawler che vengono a visitarvi

Permalink